Estensimetri per Analisi Sollecitazioni e Prove di Durevolezza

Vi offriamo estensimetri per una larga gamma di differenti applicazioni nel campo dell'analisi sperimentale delle sollecitazioni, misurazione di deformazioni e prove dei componenti. 

Cercate soluzioni specifiche per l'utente? Oltre all'ampia varietà di estensimetri standard, produciamo anche estensimetri personalizzati in grandi quantità.

Video per Selezione Estensimetri

5 semplici passi per trovare l'estensimetro giusto per la vostra applicazione. 

Guardate il nostro nuovo video!

Selezione del prodotto
Griglie di misura Protezione Collegamenti Campo di temperatura
  Prodotto   Descrizione
Serie C (temperatura estrema) Lo specialista per temperature estreme
Lo specialista per temperature estreme
1 griglia di misura / lineare|2 griglie di misura / rosette a T|3 griglie di misura / rosette Copertina (standard) Fili -269°C ... +250°C|-70°C … +200°C (standard)|-30°C … +105°C
Serie V (incapsulati) Estensimetri incapsulati, con fili di collegamento a trefolo lunghi 3 m
Estensimetri incapsulati, con fili di collegamento a trefolo lunghi 3 m
1 griglia di misura / lineare|2 griglie di misura / rosette a T|3 griglie di misura / rosette Protezione meccanica Fili di collegamento a trefolo -30°C … +105°C
Precablati Estensimetri precablati
Estensimetri precablati
1 measurement grid / linear|2 measurement grids / T-rosette|2 measurement grids / parallel|2 measurement grids / torsion / shear|3 measurement grids / rosette Covered (standard) Cavo|Cavo (spina RJ11) -30°C … +105°C

Selezione e Tipi di Estensimetri (ER)

Gli estensimetri lineari

Rilevano la deformazione nella direzione in cui è allineata la griglia di misura. Una possibile applicazione è la determinazione del modulo elastico su barre in trazione e compressione. Il Modulo E del materiale può essere determinato dalla dilatazione lineare nella direzione principale di carico, calcolando poi la sollecitazione meccanica applicando la Legge di Hooke.

Gli estensimetri doppi

Si usano quando si devono disporre 2 griglie di misura lineari una parallela all'altra – ad esempio per rilevare il carico flettente si una trave in flessione. Per compensare i carichi di trazione/compressione sovrapposti e la dilatazione termica causata dalla temperatura, si usano solitamente 4 estensimetri circuitati a ponte di Wheatstone. Un altro vantaggio di questo tipo di circuito è l'elevato segnale di uscita che si ottiene in confronto a quello con ER a quarto o mezzo ponte.

Le rosette a T

Hanno due griglie di misura disposte sul supporto a 90° fra loro. Esse vengono usate nell'analisi sperimentale delle deformazioni per determinare lo stato di sollecitazione biassiale allorché siano note le direzioni principali, e per la costruzione di trasduttori la cui struttura corrisponda ad una barra in trazione/compressione. Le rosette a T vengono utilizzate anche per determinare il modulo elastico ed il coefficiente di contrazione trasversale (chiamato anche indice di deformazione trasversale o coefficiente di Poisson).

Gli estensimetri a forma di V 

Detti estensimetri a spina di pesce, hanno anch'essi due griglie di misura disposte a 90° fra loro. A loro ci si riferisce informalmente come ad “estensimetri da taglio.” Impiego tipico è la costruzione di torsiometri e di trasduttori che funzionino col principio della sollecitazione di taglio.

Le rosette con 3 griglie di misura

Su un supporto comune sono disponibili con due geometrie di base, identificate dalla disposizione angolare delle loro griglie di misura: rosette  0°/45°/90° e rosette 0°/60°/120°. I dati degli angoli si riferiscono alla direzione delle tre griglie di misura. Esse vengono impiegate per determinare lo stato di sollecitazione biassiale con direzioni principali ignote, sia come entità che direzione. 

Gli estensimetri a ponte intero 

Hanno quattro griglie di misura già collegate per formare un ponte intero di Wheatstone. Essi hanno numerosi impieghi, ad esempio per determinare la sollecitazione di taglio delle colonne o per rilevare il momento torcente di un albero che sia accessibile solo da un lato per l'installazione degli estensimetri.

Le rosette da membrana

Vengono usate per costruire trasduttori di pressione a membrana. L'elemento strutturale del trasduttore a membrana (o rosetta da membrana) richiede che le quattro griglie di misura siano posizionate esattamente nelle zone di trazione e compressione della membrana – provocate dalla sua curvatura sotto pressione. La parte di deformazioni positive e di quelle negative della medesima entità, vengono sommate insieme dal circuito a ponte di Wheatstone.

Le catene di estensimetri 

Combinano una serie di griglie di misura simili ed egualmente spaziate che condividono il medesimo supporto. Tipiche strutture delle catene di ER sono: direzione delle griglie di misura parallela o perpendicolare all'asse longitudinale della catena, direzione delle griglie di misura alternativamente parallela o perpendicolare all'asse longitudinale della catena, catena di rosette di ER (per esempio 5 rosette del tipo 0°/60°/120°). Le catene di estensimetri vengono utilizzate per determinare l'andamento della curva di deformazione, o di sollecitazione da essa risultante, lungo un tratto specifico dell'oggetto in prova, oppure per rilevare la traslazione dei valori di picco provocata dall'effetto della mobilità del punto di applicazione del carico.