Nell’analisi sperimentale delle sollecitazioni vengono misurate le deformazioni della superficie di un elemento strutturale mediante rosette a 3 griglie di estensimetri. Con l’ausilio dei risultati di misura e la conoscenza delle caratteristiche del materiale (modulo elastico e coefficiente di contrazione), vengono calcolate le sollecitazioni meccaniche, entità e direzione, in base alla legge di Hook (di proporzionalità).

Le 3 griglie delle versioni di rosetta a 0°/45°/90° od a 0°/60°/120°, sono contrassegnate dalle lettere a, b et c. Ne consegue che con una rosetta a 3 griglie verranno misurate le deformazioni ea, eb, ed ec .

Al termine del calcolo delle sollecitazioni principali s1 ed s2 vengono individuate le direzioni principali  determinando l’angolo j. Quest’ultimo si rileva partendo dalla griglia di riferimento a in direzione matematicamente positiva (senso antiorario). L’asse della griglia di misura a forma un lato dell’angolo j, il secondo lato indica la 1ª direzione principale. Questa è la direzione della sollecitazione principale s1 (identica alla direzione principale e1).

La 2ª direzione principale (direzione della sollecitazione principale s2) ha l’angolo j+90°.

Contatti Prego, contattateci se desiderate conoscere cosa può offrirvi la HBM.