L'acquisizione dei dati consente di allungare la durata dei ponti

L'Università di Minho ha intrapreso un progetto a lungo termine per migliorare la durata dei ponti portoghesi, usando un'apparecchiatura HBM per monitorare permanentemente i sensori installati. Le informazioni verranno impiegate per predisporre il monitoraggio a lungo termine e la pianificazione della manutenzione. Esse saranno utili anche per modificare la progettazione dei ponti futuri.

Il ponte lungo 120 m si trova su una leggera curva dell'autostrada A11 che attraversa il fiume Ave fra le città di Braga e Guimarães nella zona collinare a Nord della regione portoghese di Minho. Il ponte aperto recentemente è costruito con travi prefabbricate di cemento precompresso ad alte prestazioni. Il piano di cemento del ponte, gettato in loco, è rinforzato con acciaio dolce. Il ponte è sostenuto da otto pilastri a V realizzati con calcestruzzo ordinario.

Il Professor Paulo Jorge de Sousa Cruz, Direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile dell'Università di Minho, afferma: “Il ponte sul fiume Ave è probabilmente il più innovativo ponte in Portogallo costruito usando questo metodo. Ciò per il sistema di costruzione precompresso e per la complessità della sequenza di costruzione”. Il ponte possiede una delle più lunghe campate costruite con travi prefabbricate in Portogallo.

L'impiego di travi prefabbricate è abbastanza comune in Portogallo e ci sono molti altri ponti, sovrappassi e sottopassi realizzati con questo metodo. Per prolungare la vita operativa, fu deciso di monitorare il ponte sul fiume Ave durante la costruzione e durante l'esercizio per valutare la sua durabilità.

L'Università di Minho raccoglie i dati necessari al monitoraggio del ponte usando un MGCplus della HBM munito di inserti ML801 e software catman®. Nel ponte sono installati complessivamente 256 sensori, compresi 74 ponti interi di estensimetri sui rinforzi, 42 estensimetri annegati nel calcestruzzo, ed 88 sensori di temperatura. Inoltre, 52 sensori di corrosione vengono verificati separatamente.

Il ponte è dotato di cinque vani di accesso contenenti le estremità dei cavi di misura munite di connettori, rapidamente collegabili in qualsiasi momento all'MGCplus portatile. Il Professor Paulo Jorge de Sousa Cruz osserva: “I dati vengono usati principalmente per determinare le deformazioni della struttura sotto l'azione dei carichi. È anche possibile esaminare la distribuzione sezionale dei carichi e come essi siano influenzati sia dal tempo che dalla temperatura”.

L'apparecchiatura HBM venne usata anche durante la costruzione iniziale per monitorare il comportamento del ponte, effettuando misurazioni durante il collaudo prima dell'entrata in servizio. Queste prove erano relative al programma di monitoraggio della durabilità e non per verificare la soluzione strutturale.

Le misurazioni di deflessione prese durante le prove di collaudo mostrarono deflessioni assolute comprese fra 0,5 mm e 5 mm, con la freccia massima registrata sotto un carico di circa 112 tonnellate. Vennero prese solo poche misure, dato che il ponte era nuovo ed erano programmate misurazioni future ad intervalli periodici durante la vita della struttura.

Il Professor Paulo Jorge de Sousa Cruz coomenta: “Abbiamo scelto l'apparecchiatura HBM per la sua alta versatilità, permettendo all'utente di scegliere i giusti inserti di misura necessari ai differenti tipi di sensori. I collegamenti fra i sensori e le schede sono abbastanza facili da predisporre ed il software catman® è un modo di misurazione coerente. Più importante di tutto, l'apparecchiatura garantisce misurazioni appropriate.”

“In termini pratici, ritengo che la comodità con cui si possono collegare i sensori all'MGCplus ed al software catman® renda il nostro lavoro molto più agevole”.

Contatti Prego, contattateci se desiderate conoscere cosa può offrirvi la HBM.