Attacchi di sicurezza degli sci: migliori e più sicuri

La corsa all'oro, all'argento ed al bronzo per gli sport invernali è di nuovo in atto. Il mondo intero sta guardando le prestazioni degli atleti, specialmente quando spremono le ultime gocce di energia dal proprio corpo.

Forse ci dovrebbero essere delle medaglie anche per le migliori prestazioni dei "tecnici degli sport invernali". Dopo tutto, le attrezzature ad alta tecnologia sono oggi una necessità fondamentale per lo sport invernale, fornendo il loro contributo ai nuovi record di velocità. E non solo: le moderne attrezzature rendono sempre più sicuri gli sport.

La tecnologia di misura ha un ruolo decisivo nel migliorare ed ottimizzare le attrezzature sportive. Non si acquista conoscenza senza le prove: ecco perché i ricercatori e sviluppatori lavorano alacremente ai banchi prova e sul campo per ottimizzare le attrezzature per gli sport. 

Sicurezza degli sport. Un piccolo ma critico elemento degli sci illustra molto bene questo punto: gli attacchi. 

Da quando esistono gli sci (e sono parecchie centinaia di anni) esistono anche gli attacchi per indossarli. Naturalmente, in un modo o nell'altro lo sci e lo scarpone devono essere tenuti insieme. In origine, gli attacchi erano semplici legacci di cuoio da annodare alla calzatura. 

Con lo sviluppo degli sci – specialmente quando sono stati prodotti in grande numero data la popolarità di questo sport – sono stati sviluppati anche i loro moderni attacchi. Effettivamente l'attacco è molto più di un componente critico per la sicurezza: esso deve anche trasferire tutta la forza dal piede dell'atleta allo sci. Ciò significa che la sua forma e struttura sono importanti per il successo nello sport.

La tecnologia degli attacchi fece un balzo in avanti negli anni 60 con l'avvento degli attacchi di sicurezza. Fra l'altro, fu l'imprenditore francese Georges Salomon (1925-2010) a rivoluzionare e trasformare il mercato con i suoi attacchi di sicurezza che si aprivano automaticamente quando lo sciatore cadeva. .

Gli attacchi degli sci erano e sono tuttora oggetti che devono superare prove ed ispezioni – principalmente con gli estensimetri ed amplificatori di misura.

Ad esempio, un articolo apparso nel nostro sito web circa 30 anni fa descrive la "Riproduzione della cinematica di rilascio degli attacchi degli sci alpini".

Ma anche ricerche più recenti trattano il medesimo argomento, come mostrato dal seguente articolo:

http://www.researchgate.net/publication/232278972_Edging_stiffness_of_ski_touring_bindings#

Il confronto dei due articoli mostra che la tecnologia degli attacchi è certamente progredita negli ultimi 30 anni. Ma, in ambedue i casi, le prove ed ispezioni si basano su una scelta affidabile: i sensori di forza e gli amplificatori di misura della HBM, poiché erano e sono necessarie misurazioni affidabili sugli elementi rilevanti per la sicurezza.

Non mancate i nuovi articoli sulle applicazioni negli sport invernali... seguiteci su:

Contatti Prego, contattateci se desiderate conoscere cosa può offrirvi la HBM.