Due utenti di eDrive Testing condividono il pensiero: come migliorare il rendimento delle macchine elettriche e degli inverter

Il Professor Radu Bojoi ed il Professor Paolo Guglielmi del Politecnico di Torino

1. Dove vedete le maggiori sfide di oggi nelle prove sugli azionamenti elettrici?

Considero una delle più grandi sfide l'analisi dell'oscillazione fondamentale della tensione per alimentare i motori col PWM. Nel futuro, lo sviluppo deve considerare con maggior attenzione la corretta sincronizzazione di tutte le grandezze elettriche e meccaniche oltre alla certificazione dei risultati quali il rendimento e la coppia.

2. Qual è il miglior modo per incrementare il rendimento delle macchine elettriche e degli inverter, secondo il vostro punto di vista?

Si devono sviluppare nuove tecnologie nel settore dei componenti elettronici per la potenza e si devono ricercare nuovi materiali per la costruzione dei motori elettrici. Risulta cruciale anche l'integrazione dell'elettronica di potenza con i motori elettrici. Supponendo che siano disponibili sufficienti informazioni per i motori e gli inverter, il loro rendimento od efficienza può essere migliorata ottimizzando la strategia di controllo.

3. Voi utilizzate la soluzione eDrive Testing della HBM. Secondo Voi, quali sono i maggiori vantaggi in confronto alla convenzionale combinazione di misuratori di potenza ed oscilloscopi per questo compito di misura?

Abbiamo beneficiato della potente acquisizione dei dati e loro salvataggio. Per analizzare i dati sono disponibili alcune funzioni molto utili di post-elaborazione. Qui si ha un gran vantaggio rispetto alla tradizionale combinazione di misuratori di potenza ed oscilloscopi: si possono registrare numerose grandezze non elettriche, quali la coppia, la velocità rotazionale e la temperatura. Si possono ora compensare anche le traslazioni temporali. Nell'acquisizione dei dati esse sono cose del passato.

4. La soluzione eDrive della HBM può essere usata per registrare correnti, tensioni, velocità rotazionali, coppie ed altri segnali quali le temperature. Quale ruolo esse giocano nelle vostre applicazioni?

Per noi è molto importante correlare le grandezze elettriche, meccaniche e termiche per ottenere un'immagine completa delle macchine di azionamento.

5. Il calcolo in tempo reale (live) della potenza è un ampliamento funzionale decisivo della soluzione eDrive Testing. Quanti vantaggi ne derivano?

Non abbiamo ancora utilizzato il calcolo della potenza in tempo reale, ma essa può fornire informazioni molto utili nelle prove in linea.

6. Immaginiamo per un momento di essere nell'anno 2020: Come si sarà sviluppata la tecnologia di misura – dai sensori agli amplificatori ed al software?

Ci aspettiamo l'esistenza dell'acquisizione dati senza contatto (wireless), dal sensore al registratore dati. Le cadenze di campionamento e le bande passanti dei sensori implementate nel 2020 saranno per lo meno raddoppiate. La tecnologia di misura del futuro ci offrirà la rapida elaborazione dei dati in tempo reale e le opzioni per le prove EMC.

Prof. Paolo Guglielmi, Professore Associato per Macchine Elettriche ed Azionamenti al Dipartimento di Energia del Politecnico di Torino.
Prof. Radu Bojoi, Professore Associato per Macchine Elettriche ed Azionamenti al Dipartimento di Energia del Politecnico di Torino.
Contatti Prego, contattateci se desiderate conoscere cosa può offrirvi la HBM.