Prima mondiale alla Fiera FoodTech: la HBM apre la strada con la nuova cella di carico digitale FIT7A

Le celle di carico non vengono utilizzate solo nei grandi impianti di trasformazione alimentare.  Nel corso degli ultimi 60 anni, la HBM ha sviluppato celle di carico ad estensimetri sempre più veloci, accurate, piccole ed economiche - le quali sono ora impiegate in nuovi settori della produzione alimentare. Oggi giorno, le celle di carico sono usate in molte fasi del processo di produzione del cibo; dall'allevamento del pollame all'alimentazione e mungitura delle  mucche, al confezionamento e distribuzione della carne, ai prodotti caseari per i supermercati. 

Bernd Knöll (a destra) ed Henrik Bache Jensen alla fiera FoodTech. Di fronte: la nuova cella di carico digitale FIT7A.

La cella di carico di nuova generazione FIT7A della HBM consente applicazioni completamente nuove

La HBM ha assunto un ruolo importante nell'industria alimentare e pertanto ha scelto di presentare la sua nuovissima cella di carico digitale, FIT7A, alla più importante mostra del Nord Europa, la fiera FoodTech di Herning, Danimarca. L'esibizione, della durata di tre giorni, è frequentata da 8.300 visitatori, e mostra tutti i prodotti del settore, dalle selezionatrici ponderali con celle di carico HBM integrate ai prodotti caseari finiti. La HBM ha scelto di  presentare la sua nuovissima cella di carico alla crescente industria alimentare danese. 

L'agricoltura danese e la relativa industria alimentare sono una delle maggiori industrie di esportazione della Danimarca, con un valore totale di esportazione di 20 miliardi di  Euro. Rientrano in questo valore le significative esportazioni di prodotti derivati, quali i macchinari agricoli, le attrezzature e la tecnologia per la produzione alimentare.

Bernd Knöll, Product and application manager della HBM di Darmstadt, Germania, ha visitato la Danimarca per rendersi conto della reazione dei clienti alla presentazione della nuova cella d carico FIT7A. È stato assistito dall'ingegnere di vendita Henrik Bache Jensen, della HBM Danmark, e di seguito potete leggere cosa i due hanno scoperto.

La nuova tecnologia digitale della FIT7A offre maggior precisione e consente di effettuare misurazioni più accurate in presenza di fluttuazioni termiche ed in applicazioni dinamiche.

La versatilità è la chiave

“I processi di pesatura possono causare dei colli di bottiglia che influenzano la cadenza di produzione. Per prevenire tale fatto, la HBM si è concentrata sul software intelligente e sulla correttezza del peso già alla prima pesata - anche nel caso di applicazioni dinamiche,” afferma l'ingegnere di vendita danese Henrik Bache Jensen. “Ad esempio, la FIT7A è approvata dalla OIML R60classe di accuratezza fino alla C4 e fino ad y = 20000, il ché significa la massima deviazione di 0,5 g per celle di carico con fondo scala di 10 kg. Ciò è stato specificamente sviluppato per ovviare a questi colli di bottiglia e, nel contempo, facilitare la progettazione e la manutenzione della macchina.”

“La nuova tecnologia digitale della FIT7A ha precisione più elevata e può effettuare  misurazioni accurate anche in presenza di fluttuazioni della temperatura ed in applicazioni dinamiche. Questo significa che le celle di carico possono essere installate in più macchine di produzione ed in svariati ambienti operativi,” prosegue Bernd Knöll. Bernd è coinvolto sia nello sviluppo delle celle di carico FIT che in quello delle celle di carico asettiche specifiche per l'industria alimentare. 

“La precedente tecnologia delle celle di carico ad estensimetri consentiva la gestione di fino a 100 pesate al minuto mentre, con la nuova tecnologia adottata nelle FIT7A, è ora possibile raggiungere 180 pesate al minuto ed oltre, se è tollerata minor accuratezza,” aggiunge Bernd Knöll. “Ciò incrementa la velocità di produzione, abbassando i costi di produzione per unità prodotta.

La HBM si attende di vedere le FIT7A impiegate in nuovi contesti di produzione, ove può sostituire altri tipi di celle di carico, comprese quelle per le applicazioni di misura del flusso. Nuovi settori possibili sono l'industria farmaceutica e le applicazioni di riempimento / dosaggio che richiedano alta precisione ed alta velocità.

Cella di carico igienica PW27

Il futuro del cibo

Oltre alle celle di carico di nuova concezione, la HBM ha mostrato la propria linea di prodotti sviluppati specificamente per l'industria alimentare. Uno di questi è la cella di carico analogica ad estensimetri PW27.

Il vantaggio della PW27 è che può essere pulita al grado asettico ed è omologata IP69K. Infatti essa ha ricevuto la certificazione EHEDG e, unica nella sua classe di capacità, resiste al lavaggio ad alta pressione. Tuttavia è ancora del tipo analogico per cui, per comunicare con gli altri componenti o processi della linea di produzione, essa deve essere collegata ad un amplificatore esterno, quale il nuovo amplificatore digitale PAD4000 con grado di protezione IP68 / IP69K grazie alla robusta custodia ad acciaio inossidabile ermeticamente sigillata.

I visitatori danesi ed internazionali hanno accolto con favore la cella di carico FIT7A.
“Complessivamente la fiera è stata un successo. Molti visitatori anno richiesto ulteriori informazioni sulla FIT7A e di come possa essere impiegata nelle loro applicazioni di  produzione e confezionamento.” conclude Henrik Bache Jensen.

Contatti Prego, contattateci se desiderate conoscere cosa può offrirvi la HBM.