La Minesto genera energia dalle correnti oceaniche e di marea con la tecnologia di misura HBM

Gli estensimetri sono cruciali per i progetti di tecnologia verde

Già da qualche tempo la società svedese per la tecnologia pulita Minesto estrae l'energia da una delle più grandi fonti energetiche del futuro.

Attualmente, i loro premiati impianti di generazione dalle maree sono in fase di prova in alto mare, al largo della costa dell'Irlanda del Nord.

All'interno del prototipo, gli estensimetri HBM giocano u ruolo importante per verificare come l'impianto si comporta in acqua e come esso misura le forze a cui è soggetto.

Gli oceani coprono il 70 percento della superficie terrestre. Questa sorgente di energia non ancora sfruttata è l'obiettivo della Minesto, la maggiore società per l'energia marina in Scandinavia. Nel 2007, la Minesto sviluppò un nuovo concetto per sfruttare l'energia delle maree, denominato Deep Green.

Già attiva la produzione di elettricità

Il Deep Green è un impianto relativamente piccolo in grado di estrarre energia marina anche da correnti d'acqua a bassa velocità, rendendolo così molto più economico della precedente tecnologia. Sia gli investitori che i potenziali clienti mostrano grande interesse e la società ha pianificato di lanciare il primo impianto di energia a piena scala nel 2017. Comunque, il Deep Green sta già producendo elettricità, sfruttando le lente correnti di marea nel suo impianto di prova al largo dell'Irlanda del Nord. 

Il generatore Deep Green assomiglia ad un aquilone subacqueo. Munito di ala e turbina, è ancorato sul fondale marino. Esso si muove compiendo un rapido percorso ad 8 nell'acqua.

Come un aquilone

Il segreto del Deep Green è che esso si muove. Vola come un aquilone formando figure ad 8 sott'acqua, ad una velocità dieci volte maggiore delle correnti nell'acqua circostante. Perciò, il prototipo in scala 1:4 può generare 3 kW quando la marea ha velocità di un metro al secondo. L'obiettivo è il lancio nel 2017 di un impianto di energia da 0,5 MW al largo del Galles ed, eventualmente, di aumentarne la potenza a 10 MW.

Misurazioni all'interno del prototipo

La Minesto segue un rigoroso piano di sviluppo che ha ora raggiunto la quinta generazione di prototipi dell'impianto di energia, con scala 1:4. Quale parte del lavoro di sviluppo, sono importanti calcoli complessi e simulazioni, ma sono critiche anche le reali misurazioni sperimentali per assicurarsi che il progetto proceda nella via giusta. La Minesto ha sfruttato la competenza della HBM per installare nel miglior modo possibile gli estensimetri all'interno del  Deep Green.

Heije Westberg, CTO della Minesto, spiega: “Abbiamo ricevuto un'ottima assistenza dalla HBM. Gli estensimetri non fanno parte della nostra attività principale, per cui è importante ottenere la consulenza di esperti nella tecnologia di misura. La HBM ha acquisito esperienza con le installazioni offshore e possiede la migliore attrezzatura a cui poter accedere. Infine, è sia più facile che più economico utilizzare un aiuto professionale, con piena fiducia che l'installazione sia solida e fornisca risultati di misura affidabili.”

Dato lo spazio limitato all'interno del prototipo, la HBM incollò gli estensimetri direttamente sui componenti dell'impianto di energia Minesto, prima del loro assemblaggio.
Gli estensimetri HBM sono relativamente protetti all'interno dell'impianto, ma è comunque importante che l'umidità ambientale non influenzi in alcun modo i risultati di misura.

Umidità e spazio - una sfida

Sebbene gli estensimetri siano relativamente protetti all'interno dell'impianto, è comunque importante che l'umidità ambientale non influenzi in alcun modo i risultati di misura. Grazie alla sua collaudata tecnologia d'installazione e dimensionamento per ambienti offshore, la HBM è una garanzia. La mancanza di spazio nel prototipo è stata un'altra sfida, risolta dalla HBM incollando gli estensimetri direttamente sui componenti dell'impianto, prima del loro assemblaggio nel laboratorio della Minesto.

Alla Minesto, provare e misurare lungo tutto il processo di progettazione è imperativo: “Si può calcolare qualsiasi cosa, ma solo se si è  conoscenza della sua esistenza. Ci sono sempre delle sorprese, sotto forma di vento, onde od altre sollecitazioni sconosciute. Perciò, non solo è necessario simulare i carichi, ma anche verificare la realtà,” afferma Heije Westberg. “Poiché, giusto per essere dalla parte sicura, non possiamo sovradimensionare l'impianto, dobbiamo conoscere esattamente a quale genere di forze esso sarà soggetto.”

Nella sua versione a piena scala, il Deep Green peserà solo 7 tonnellate ed opererà alla profondità di 60 - 120 metri.

Pianificazione globale

Le misurazioni continueranno a svolgere un ruolo fondamentale alla Minesto. Nel primo impianto a piena scala, è già stata prevista l'integrazione di strumentazione per misurare le forze. La società ha un grande progetto per il futuro: la generazione di elettricità commerciale dalle lente correnti oceaniche e di marea. Esistono anche opportunità globali, con progetti già in corso in diversi continenti. La Minesto continua la sua opera, avente come missione la drastica riduzione del l'impronta delle fonti tradizionali nel settore di produzione dell'energia. 

La Minesto

  • Fondata nel 2007, la Minesto è la più grande società scandinava per la tecnologia pulita nel campo dell'energia marina. 
  • La sede principale è a Gothenburg (Svezia), con una filiale nel Regno Unito. 
  • Sviluppa impianti di energia per la produzione commerciale di elettricità, mediante le lente correnti oceaniche e di marea. 
  • Ha brevettato l'impianto di energia marina Deep Green.
  • È stata nominata una delle 33 giovani aziende tecnologicamente al vertice in Svezia dal giornale Ny Teknik ed ha ottenuto un riconoscimento dalla rivista inglese Power Technology.
  • È di proprietà della BGA Invest e Midroc New Technology

Ulteriori informazioni sulla Minesto ...

Contatti Prego, contattateci se desiderate conoscere cosa può offrirvi la HBM.