FIT7A Digital Load Cell
Cella di carico digitale FIT7A

Perché il produttore di cuscinetti NTN-SNR ha adottato le celle di carico digitali di HBM

Con il lancio della FIT7A digital load cell,

HBM ha aperto un nuovo capitolo nel settore delle applicazioni per la pesatura dinamica e le misurazioni industriali. Grazie alla sua elevata precisione (Classe C4 in accordo a OIML R 60), questa cella di carico consente di estendere la tecnologia con estensimetri ad applicazioni che finora erano riservate alle tecnologie di compensazione della forza elettromagnetica (EFC).

Tutto questo mantenendo i vantaggi principali dei trasduttori basati su estensimetri, ossia la robustezza attestata da decenni di utilizzo in condizioni industriali avverse, una frequenza di campionamento elevata (180 pesate/min.) e soprattutto un prezzo pari a meno del 60% di quello della tecnologia EFC.

Con la FIT7A, HBM mette in evidenza il suo know-how nel campo dei trasduttori digitali basati su estensimetri. All’inizio degli anni 2000, HBM è stato il primo produttore a introdurre sul mercato le celle di carico dinamiche con elettronica integrata. E le industrie francesi sono state le prime ad adottare questa nuova tecnologia.

Tempo e spazio come fattori critici nella progettazione delle macchine

Una delle prime aziende francesi che ha utilizzato le nostre celle di carico è stata la NTN-SNR, un produttore affermato a livello internazionale di cuscinetti e guide con attività in tutti i segmenti del mercato (automotive, aerospaziale, agricoltura, ferrovie, macchinari industriali per cave e miniere ecc.). L’applicazione consiste essenzialmente nel verificare la quantità esatta di grasso che viene iniettato nei cuscinetti. Questa quantità ha un’importanza fondamentale, poiché da essa dipendono la durata di vita del cuscinetto e, quindi, la sicurezza del macchinario nel quale è installato (il surriscaldamento può essere pericoloso). La quantità di grasso viene misurata tramite una pompa a pistoni; per maggiore sicurezza, però, NTN-SNR preferisce effettuare un’ulteriore verifica tramite una doppia pesatura del cuscinetto, prima e dopo l’ingrassaggio. In precedenza, la doppia pesatura dei cuscinetti veniva effettuata utilizzando bilance di laboratorio ad altissima precisione.

Questa ulteriore verifica costituiva un collo di bottiglia nel processo di produzione; per questo, NTN-SNR ha cercato una soluzione migliore e ha acquistato una macchina in grado di effettuare sia l’iniezione del grasso che la doppia pesatura del cuscinetto. Su questa macchina, progettata e costruita da BEA, è stato installato il trasduttore FIT. La costruzione di questa macchina ha presentato due grandi sfide, come fa notare Philippe Viallet, direttore responsabile dell’azienda:

“Innanzitutto, il tempo era per noi un fattore cruciale: l’intera operazione (ingrassaggio e doppia pesatura) doveva essere completata in pochi secondi. Inoltre, c’era anche il problema dello spazio”.

The FIT7A load cell installed under the inspection point
La cella di carico FIT7A installata al di sotto del punto di verifica
NTN-SNR bearing
Cuscinetto NTN-SNR
Bearing greasing inspection point
Punto di verifica dell’ingrassaggio del cuscinetto

Prova di affidabilità a lungo termine

Per questa macchina, le soluzioni tecniche scelte all’epoca oggi possono sembrare audaci. Anche se l’integrazione delle tecniche digitali nei sensori appariva già inevitabile, la cella di carico digitale FIT di HBM costituiva comunque un passo senza precedenti per le celle di carico dinamiche. Bisognava essere molto ottimisti per installarla su una macchina di produzione di importanza cruciale che doveva funzionare senza interruzioni, 24 ore su 24.

Per Philippe Viallet, questa scelta ha dimostrato maggior fiducia nel produttore che non nella tecnologia stessa. Secondo lui,

“La scelta di questa tecnologia è stata effettuata insieme al nostro cliente, NTN-SNR. E se non abbiamo avuto esitazioni, è stato perché la proposta di questa importante innovazione arrivava da HBM”.

HBM era un’azienda specializzata in celle di carico che conoscevamo da tempo e che non aveva mai fatto promesse che non era in grado di mantenere. Inoltre, il trasduttore si basava sulla tecnologia a estensimetri che si era dimostrata molto efficace in quanto a robustezza. Oggi, possiamo dire che HBM aveva ragione: la cella di carico FIT ha mantenuto tutte le sue promesse. In effetti, per un fornitore di macchinari, un’applicazione che funziona senza problemi da oltre 10 anni costituisce un’ottima prova di affidabilità, in particolare se è utilizzata su una macchina destinata alla produzione a ciclo continuo. Questa garanzia di una durata di vita molto lunga ha convinto NTN-SNR a rinnovare la sua fiducia nell’ultima versione della cella di carico digitale FIT7A che verrà installata su una nuova macchina:

“Quando un’idea si dimostra valida in un determinato campo, replicare lo stesso tipo di installazione in progetti successivi consente di risparmiare tempo prezioso e di creare una base tecnica solida”.

È così che la fiducia del cliente in HBM e nelle sue soluzioni di pesatura dinamiche è cresciuta ed è continuata nel tempo. Questa esperienza positiva e il successo di un progetto audace culminato nella soddisfazione degli utenti ci ha portato a impegnarci per offrire soluzioni innovative e ancora più efficienti nel campo della pesatura dinamica.


LOogotype NTN - SNR

Informazioni sul cliente

NTN SNR Roulements

74010 Annecy - Francia

Informazioni su chi ha realizzato l’integrazione:

BEA Etudes et Réalisations

74960 Grand Gevrier - Francia


Contatti Prego, contattateci se desiderate conoscere cosa può offrirvi la HBM.