Impiego mirato di celle di carico HBM nelle soluzioni di pesatura Temo Pese

La TEMO PESE Bilance Industriali nasce nel 1892 a Calto (RO) e cresce costantemente nel tempo, guidata dalla passione per il proprio lavoro, che le consente di raggiungere e mantenere una posizione di leadership nel mercato delle pese meccaniche, consolidata in seguito dall’ingresso nel segmento delle pese a ponte elettroniche e di tutti gli altri sistemi di pesatura elettronici. L’azienda costruisce principalmente pese in ferro, in cemento e fosse prefabbricate.

Pesa a ponte in calcestruzzo

Innovazione, passione, rapporto con la clientela, competenze, conoscenza delle strutture di approvvigionamento e distribuzione, garanzia di conformità alle norme cogenti e volontarie: sono le caratteristiche principali dell’azienda veneta, proiettata verso la continua innovazione e miglioramento dei propri prodotti e supportata dai suoi oltre 120 anni di esperienza. Anche con l'arrivo della quarta generazione all'interno del management, l’obiettivo dell’Azienda rimane quello di rappresentare un attore di primo ordine nel settore della pesatura industriale, continuando a offrire il meglio della qualità italiana in tutto il mondo (in particolare in Svizzera, Germania e Slovenia).

In questo modello d’impresa riveste un’importanza particolare il rapporto sinergico con i fornitori chiave, selezionati negli anni in funzione della loro capacità e disponibilità a mettere in campo, insieme al componente fornito, il proprio servizio in termini di consulenza, assistenza, codesign. Alberto Bimbatti, contitolare della Temo Pese, dichiara:

“Un esempio concreto di tali sinergie è rappresentato dai rapporti evoluti di fornitura sviluppati con HBM, multinazionale tedesca leader nell’ambito dei sistemi di misurazione, - dichiara Alberto Bimbatti, contitolare della Temo Pese. – “Rapporti instaurati nel 2016, che hanno prodotto ottimi risultati nell’ambito della produzione di una nuova linea di pese a ponte in cemento, che in Italia sono ancora poco diffuse ma il cui mercato estero è in piena espansione”.

La pesa a ponte in cemento TCA

“La pesa a ponte in cemento TCA – continua Bimbatti - è stata sviluppata e progettata al fine di ottenere una soluzione di alto livello qualitativo portando i benefici delle tradizionali pese in metallo, tra i quali semplicità di trasporto e movimentazione, incidenza delle opere murarie, flessibilità, anche su una versione interamente in cemento armato. Sulla pesa sono state montate coppie di celle di carico C16 di HBM (6, 8 o 10 a seconda del modello di pesa), scelte in funzione delle caratteristiche e prestazioni offerte e delle nostre specifiche esigenze. Il supporto tecnico da parte degli esperti dell’azienda fornitrice è stato fondamentale sia nella fase di scelta del modello di cella da adottare sia nella progettazione del sistema di pesatura, sfruttando sinergicamente l’orientamento alla massimizzazione della qualità che rappresenta un obiettivo prioritario nella mission di entrambi i partner”.

“La scelta delle celle colonna C16A” - precisa Dario Masato, Sales engineer di HBM Italia - “è stata dettata soprattutto dalla loro estrema robustezza, precisione e affidabilità, che le rende adatte a ogni tipo di ambiente, anche a quelli più severi, come le pese a ponte prodotte dalla Temo”.

C16A: "Molto forte, precisa e affidabile"
Realizzata in calcestruzzo vibrato
Piastre in acciaio

I moduli della pesa mod. TCA, prodotti a banco vibrante, presentano diverse peculiarità costruttive:

  • piano superficiale pettinato con finitura antiscivolo, al fine di garantire la massima sicurezza ai mezzi e delle persone in transito in caso di acqua, neve e ghiaccio;
  • trattamento superficiale con vetrificante tipo EverCreate Vetrofluid. Speciale impermeabilizzante antidegrado, che garantisce l’impermeabilizzazione permanente del calcestruzzo anche in spinta negativa fino a 10 atm (cento metri di colonna d’acqua) e gli conferisce una straordinaria resistenza a qualsiasi temperatura, all’attacco dei cloruri, solfati e sali disgelanti, alla formazione di muffe, alghe e muschio, al degrado del ferro dell’armatura
  • ridotta altezza del ponte (il cui angolare è zincato a caldo), al fine di limitare al minimo le opere murarie necessarie all’installazione filo pavimento;
  • boccole di ancoraggio certificate disposte sia sul piano di pesatura sia nel profilo del modulo, al fine di garantire la massima sicurezza in fase di movimentazione o spostamento futuro.
Moduli di pesatura installati

“Anche altre tipologie di pese di nostra produzione adottano con successo le celle C16, come ad esempio le pese a ponte modulari in metallo, composte da 3 moduli 6x3 m, assemblati con una struttura a n. 8 travi IPE da 270 mm longitudinali. La struttura del ponte è coperta da una lamiera lobata dallo spessore di 1 cm. Il peso dei moduli viene scaricato sui supporti saldati nella base di ogni modulo e non sui due bulloni di giunzione, permettendo una maggiore solidità strutturale. Le botole sono collocate al di sopra di ogni cella di carico per le operazioni di manutenzione e pulizia. La struttura di passacavi all'interno di ogni modulo permette la perfetta stesura dei cavi delle celle fino alla scatola di giunzione. Nel modulo centrale è stato progettato un supporto per la scatola di giunzione in modo tale da garantire anche una maggiore protezione dall'umidità”.

spiega Bimbatti. Nel portafoglio prodotti della Temo Pese sono di particolare rilievo le fosse prefabbricate CLA per pese a ponte interrate, delle quali l’azienda veneta è l’unico costruttore italiano, che offrono un elevato risparmio rispetto alla costruzione in opera, sono rapidi da installare (un giorno per la fossa e uno per la pesa a ponte) e garantiscono la sicurezza, qualità ed efficienza dell’impianto.

Si tratta di moduli prefabbricati in cemento armato vibrato di tre tipologie, che possono essere combinati tra loro in modo da poter realizzare una fossa, in grado di ospitare una pesa di larghezza 3 m, ma con lunghezza di qualsiasi entità:

  • modulo scatolare: ne sono previsti sempre due, in quanto costituiscono le testate e ospitano ognuno la prima coppia di celle;
  • modulo a C: ospitano la coppia di celle e il loro numero varia in funzione della tipologia di pesa e del conseguente numero di celle;
  • modulo laterale di tamponamento: a differenza degli altri due, ha una lunghezza variabile in funzione della lunghezza totale della fossa.

 

Per ulteriori informazioni: www.temopese.it e www.hbm.com/it/0013/celle-di-carico-e-sensori-di-carico.

Contatti Prego, contattateci se desiderate conoscere cosa può offrirvi la HBM.