Lista di termini relativi alla misurazione delle deformazioni

εsDeformazione apparenteGli estensimetri collegati singolarmente in un circuito di Wheatstone quarter bridge visualizzeranno un segnale di uscita in caso di variazione della temperatura. Questo segnale è noto come "deformazione apparente" o "output termico" e dipende dal carico meccanico sull’oggetto della prova.
BFattore di ponteIl fattore di ponte è il numero che esprime il numero di estensimetri attivi usati in un circuito a ponte di Wheatstone. Sulla barra di tensione e compressione, è anche necessario tenere conto del coefficiente di Poisson. Il numero è compreso tra 1 e 4.
kFattore kLa sensibilità alla deformazione k di un estensimetro è il fattore di proporzionalità tra il cambiamento relativo della resistenza ΔR/R0 e la deformazione ε da misurare: ΔR/R0 =k⋅ε. La sensibilità alla deformazione ha un numero senza dimensioni ed è denominata fattore di trasduzione. Questo fattore di trasduzione è determinato per ogni lotto di produzione attraverso la misurazione ed è specificato per ogni confezione di estensimetri come valore nominale insieme alla tolleranza. Il fattore di trasduzione può variare tra i lotti di produzione di poche migliaia.
VTensione di eccitazione effettiva del ponte massima ammessaUn estensimetro è un resistore che converte l'energia elettrica in calore. Per evitare di riscaldare l'estensimetro, è fondamentale scegliere una tensione di alimentazione non eccessivamente elevata. Nel catalogo dell'estensimetro, la tensione di eccitazione specificata si applica sempre per il ponte di Wheatstone nel suo complesso. Soltanto metà della tensione può essere applicata al singolo estensimetro.
I valori massimi specificati sono ammissibili soltanto per l’installazione su materiali con eccellenti caratteristiche di conduzione del calore (ad es. acciaio con spessore sufficiente).
Le misurazioni dell'estensimetro per i materiali plastici e simili con ridotta conduttività del calore richiedono una tensione di eccitazione inferiore, oppure un periodo di accensione (funzionamento a impulsi).
σSforzo residuoGli sforzi “residui” o “inerenti” possono verificarsi nel materiale per via degli effetti interni della forza, ad es. per le variazioni non uniformi di volume nelle parti trattate a caldo durante l’indurimento dell'acciaio, in caso di raffreddamento disomogeneo della ghisa o l’iniezione di oggetti metallici o plastici fusi, con parti fuse o forgiate, attraverso la lavorazione meccanica o, con oggetti più grandi, semplicemente per effetto del loro stesso peso. Gli sforzi residui agiscono sul materiale in modo simile agli sforzi di carico.
εDeformazioneLa deformazione è un valore dimensionale  che rappresenta il cambiamento relativo della lunghezza di un materiale nella sua lunghezza iniziale.
σSforzoLo sforzo meccanico è espresso dal quoziente della forza F e l'area trasversale A del materiale sottoposto a sforzo, σ=F/A
νCoefficiente di PoissonIl coefficiente di Poisson è il rapporto tra   la deformazione trasversale εt e la deformazione longitudinale εl. Per le leghe di alluminio, ad esempio, ν = 0.33.
 Coefficiente di temperatura del fattore di trasduzioneIl fattore di trasduzione specificato si applica a temperatura ambiente. Cambia al variare della temperatura, tuttavia, con un’eccellente approssimazione, questa correlazione è lineare. In caso di griglie di misura costanti, il fattore di trasduzione è proporzionale alla temperatura, in caso di griglie di misurazione cromo-nichel, il fattore di traduzione è inversamente proporzionale alla temperatura. Il coefficiente di temperatura del fattore di trasduzione e la sua tolleranza sono indicati sulle singole confezioni degli estensimetri. 
 Sensibilità trasversaleLa sensibilità trasversale è il rapporto della sensibilità di un estensimetro trasversale nella direzione della griglia di misura rispetto alla sensibilità nella direzione della griglia di misura. La sensibilità trasversale è indicata sulle confezioni degli estensimetri.

 


Contatti Prego, contattateci se desiderate conoscere cosa può offrirvi la HBM.