Analisi dei termini tecnici della misurazione della coppia

La precisione delle apparecchiature per la misurazione della coppia sta assumendo sempre maggiore importanza nei banchi prova a corrente nelle applicazioni di monitoraggio della produzione, dove l’efficienza è fondamentale per sostenere l’impegno verso la sostenibilità del settore. È ormai convinzione comune che tutti i settori industriali devono contemporaneamente migliorare la potenza meccanica in uscita e ridurre l’inquinamento ambientale. Questo difficile obiettivo può essere raggiunto soltanto monitorando le capacità meccaniche delle attrezzature dei banchi prova e dei componenti del processo.

Misurazione della forza: terminologia

La coppia è una grandezza meccanica misurata in senso orario o antiorario. Questo valore è fondamentale per i trasduttori e i sensori di coppia sui banchi prova e nelle attrezzature di processo; tuttavia, questi componenti sono influenzati da moltissimi altri fattori che possono provocare errori per quanto riguarda la precisione di misura. Gli errori di reversibilità relativa, la ripetibilità e la linearità (deviazione, isteresi compresa) sono tutti elementi estranei che influenzano negativamente l’efficienza dei sistemi di misurazione della coppia. Essi dovrebbero quindi essere tutti ridotti/compensati al minimo se necessario, in particolare nel caso di valori del trasduttore di coppia di alto livello che compromettono la precisione del sistema.

Esistono quattro termini specifici per definire un trasduttore con riferimento diretto alle capacità meccaniche del componente: coppia nominale; massima coppia di esercizio; coppia limite e coppia di rottura.

  1. La coppia nominale (Mnom) definisce il limite superiore di un trasduttore dove le tolleranze specifiche dello stesso non vengono superate dal meccanismo di misurazione. Tale valore definisce l’intervallo ideale di tolleranza meccanica del componente e può essere usato per definire la precisione di tutti i fattori che influenzano il fondo scala.
  2. La massima coppia di esercizio definisce il punto di precisione tollerabile nel rapporto tra coppia e segnale in uscita. I valori indicati nelle specifiche possono essere superati. I sistemi di misurazione della coppia possono essere usati fino al valore di esercizio massimo, ma è preferibile monitorare i segnali di uscita in alcuni punti compresi tra il valore della coppia nominale e il valore della massima coppia di esercizio.
  3. Coppia limite e coppia di rottura si riferiscono alle capacità massime assolute di un trasduttore di coppia e descrivono rispettivamente il punto in cui un sistema di misurazione della coppia non subisce un danno permanente e il punto in cui un trasduttore si rompe. Questi valori possono causare una variazione permanente delle proprietà dell’attrezzatura e un guasto dei componenti meccanici che non potrebbero quindi garantire alcuna precisione di misura.

Sistemi di misurazione della coppia di HBM

HBM è un leader mondiale nella produzione e nella fornitura di attrezzature di test di alta qualità per una vasta gamma di applicazioni industriali. Forniamo sistemi di misurazione della coppia robusti e di alta precisione che possono essere usati per supportare la tendenza sempre più forte verso una maggiore sostenibilità.

Riteniamo inoltre importante condividere le nostre informazioni complete con clienti e lettori. Se desiderate scoprire maggiori dettagli sui termini tecnici relativi alla misurazione della coppia, consultate il nostro glossario online. In alternativa, se desiderate ricevere maggiori informazioni sulla nostra vasta gamma di prodotti robusti, contattateci.