PW15iA: La prima cella di carico digitale con impronta SP4

Facile da installare, rapida da sviluppare: L’impronta SP4 semplifica la costruzione dei sistemi di pesatura — ora la formula di successo diventa digitale.

HBM ha reso l’impronta SP4 uno standard del settore per le celle di carico per piattaforma. Le dimensioni uniformi delle celle di carico aiutano i costruttori di macchinari, bilance e impianti a essere flessibili e risparmiare tempo e costi per lo sviluppo. Con PW15iA, HBM ora offre la prima cella di carico digitale con la sua "impronta." L’ultimo membro di una serie di sei celle di carico HBM nell’impronta SP4 che si integrano in modo ottimale nell’applicazione—da semplici compiti di pesatura all'automazione dei processi.

"Ridurre i tempi di sviluppo, semplificare l’installazione, progettare partendo dall’obiettivo e rimanere flessibili nell’equipaggiamento dei sistemi di pesatura, l’impronta unitaria per le celle di carico offre ai fabbricanti di impianti e macchinari dei vantaggi fondamentali,"

dice Thomas Langer, responsabile prodotto internazionale per la tecnologia di pesatura HBM. "Sulla base dell’impronta SP4, HBM ha sviluppato prodotti innovativi diventando un punto di riferimento del settore in tutto il mondo per le celle di carico per piattaforma. Con PW15iA, questa formula ora diventa digitale. "Un’impronta descrive le dimensioni di una cella di carico che sono fondamentali per l’installazione: le dimensioni delle superfici di arresto superiore e inferiore, l’altezza, la posizione e le distanze dei filetti per i collegamenti a vite e i formati dei filetti. Le celle di carico con la stessa impronta possono essere intercambiate senza apportare modifiche strutturali. Ad esempio, i sistemi di pesatura possono essere adattati facilmente a requisiti quali carico nominale, classe di protezione e di precisione.

Un successo del settore che durerà decenni: l’impronta SP4

Un formato per le celle di carico per piattaforma ha riscontrato un particolare successo negli ultimi vent’anni: l’impronta SP4. Ecco i suoi numeri: 150 mm di lunghezza, 40 mm di altezza e 25 mm di larghezza, sei fori filettati M6 per l’installazione e una filettatura M6 e fine per integrare un arresto in caso di sovraccarico. HBM usa questo formato per la prima volta per la cella di carico SP4M, presentata dall’azienda specialista di metrologia nei primi anni ‘90.

"È una delle celle di carico piatte più vendute sul mercato. La cella di carico ha un successo tale che altri fabbricanti hanno preso come riferimento la SP4M e continuano a farlo ancora oggi,"

spiega Thomas Langer. Con la cella di carico PW15iA di HBM, ora questo formato di successo è digitale, il che semplifica lo sviluppo di sistemi complessi. Le applicazioni automatizzate possono essere implementate facilmente con le funzioni programmate, ad esempio per la selezione ponderale e per le applicazioni di riempimento e dosaggio. Se le bottiglie nei sistemi di imbottigliamento non hanno il peso corretto dopo il riempimento, la cella di carico lo rileva automaticamente e ora invia un segnale digitale direttamente all’unità selezionatrice, che toglie la bottiglia difettosa dalla produzione. Viene eliminata la prima deviazione tramite l’unità di controllo. Questa comunicazione diretta tra sensore e attuatore è molto più veloce, il che migliora i tempi di lavorazione e la produttività dei sistemi, con un conseguente risparmio di tempo e costi. Inoltre, gli algoritmi già archiviati nella cella di carico riducono drasticamente i tempi di sviluppo. La regolazione della cella di carico PW15iA è facile con il software HBM PanelX.

Sistemi di pesatura rapidi e convenienti

La nuova cella di carico per piattaforma digitale consente di evitare l’uso di altri strumenti di misura elettronici, come gli amplificatori di misura; ciò consente di risparmiare ulteriormente i costi e ridurre lo spazio necessario nella cabina di controllo.

“L’esempio della PW15iA mostra un ulteriore vantaggio nell'avere un’impronta unitaria: gli ingegneri meccanici e gli impiantisti hanno la possibilità di introdurre nuove tecnologie, come la pesatura digitale con sistemi già collaudati,"

spiega Thomas Langer, "senza dover investire troppo denaro, tempo e sforzi nel nuovo sviluppo, ad esempio di sistemi di pesatura." I sistemi e le serie di macchine attuali possono quindi essere facilmente sottoposti a retrofitting con la tecnologia digitale; ad esempio, potrebbe trattarsi di una semplice sostituzione di una cella analogica con una digitale.

 

Evoluzione di una cella di carico: dalla sigillatura ermetica al digitale

PW15iA è l’ultima cella di carico di una serie riuscita che comprende sei celle di carico HBM con impronta SP4, che oggi sono complementari nelle applicazioni. Grazie alle dimensioni uniformi, i fabbricanti possono scegliere la cella di carico giusta per le loro esigenze e sviluppare sistemi su misura per i loro clienti:

  • La cella di carico SP4M, che deve il nome all’impronta SP4, è l’opzione conveniente: ad esempio per la possibilità di impiego su bilance con carichi nominali tra 1 kg e 200 kg e per il suo corpo in alluminio leggero.
  • Grazie al corpo di misura in acciaio resistente alle corrosioni, la cella di carico per piattaforma PW15B è adatta all’uso in ambienti chimici industriali e altri ambienti gravosi, ad esempio in aree dove si usano detergenti aggressivi.
  • Grazie all’incapsulamento ermetico, la cella di carico piatta PW15AH può resistere a condizioni più gravose, come la pulizia ad alta pressione. Grazie al grado di protezione IP68 / 69K, è protetta in modo permanente dall’umidità. Per la massima qualità e affidabilità, HBM testa ogni cella di carico per 100 ore in acqua alla profondità di un metro.
  • La cella di carico PW15PH, con il suo incapsulamento ermetico e il grado di protezione IP68 / IP69K è anche adatta all’uso in ambienti avversi. Dotata di connettore ermetico invece di un cavo permanente, la cella di carico può essere installata e rimossa in modo semplice e con flessibilità.
  • Costruita con un design "facile da pulire", la PW25 rispetta le linee guide igieniche, ad esempio per le applicazioni nel settore food and beverage. Grazie al grado di protezione IP68 / 69K, è protetta al meglio. La forma arrotondata e la superficie elettrolucidata, la polvere la sporcizia scivolano via.
  • PW15iA è la versione digitale della PW15PH. Grazie all’incapsulamento ermetico e il grado di protezione IP68 / 69K, unisce la robustezza di una cella di carico ai vantaggi della tecnologia digitale, come la trasmissione di dati senza perdite con CANopen, DeviceNet e RS485. Con gli algoritmi preimpostati per selezionatrici ponderali e le applicazioni di confezionamento, oltre a due ingressi e uscite digitali per il controllo degli eiettori, vibratori e valvole di riempimento, è possibile automatizzare facilmente i processi più complessi.

Più indipendenza per gli ingegneri meccanici

Per i fabbricanti di macchinari e impianti, l’impronta uniforme ha un altro vantaggio: dato che il formato dell’impronta SP4 nel settore è usato da diversi fabbricanti di tecnologie di misura, possono semplicemente aggiornare i loro sistemi con la tecnologia di HBM, leader mondiale per la tecnologia di misura.

"Con la nostra comprovata tecnologia degli estensimetri, le nostre celle di carico sono leader al mondo per la precisione e la stabilità alla temperatura. Con prodotti come PW15iA, abbiamo reso l’impronta SP4 pronta al futuro digitale,"

sottolinea Thomas Langer.

Con una moderna tecnologia digitale e l’impronta SP4, PW15iA offre vantaggi enormi per gli ingegneri che progettano macchinari, bilance e impianti.

La tecnologia digitale della nuova cella di carico per piattaforma PW15iA —per risparmiare spazio, tempi e costi

  • Processi automatici rapidi e convenienti con I/O digitali e funzioni programmate per confezionamento, dosaggio e selezione ponderale
  • Non serve l’elettronica di misura, come gli amplificatori di misura
  • Trasmissione di dati senza perdite, grazie al segnale di misura digitale
  • Processi di impianti più veloci e produttivi grazie alla comunicazione diretta sensore-attuatore

Rapida integrazione —con l’impronta SP4 e il set di comandi standard HBM

  • Facile digitalizzazione dei sistemi di pesatura analogici in un’impronta SP4 uniforme;
  • Regolazione comoda della cella di carico con l’intuitivo software HBM PanelX
  • Compatibilità con altri componenti di pesatura HBM grazie al set standard di istruzioni con FIT, PAD e AED

Robusta—adatta agli ambienti ostili industriali

  • Protezione permanente da polvere e umidità grazie all’incapsulamento ermetico e al grado di protezione IP68 / IP69K
  • Corpo in acciaio inox resistente alla corrosione

Prodotti correlati

Cella di carico digitale PW15iA - la tuttofare
Usa la cella di carico PW15iA nelle imballatrici per sfruttare fin da subito i vantaggi della tecnologia di pesatura digitale.
Serie PW15.../SP4M
Le celle di carico PW15 e SP4M hanno le stesse dimensioni, ma caratteristiche diverse - questo le rende estremamente flessibili nell’uso.
PanelX - Software intuitivo di pesatura
Il software intuitivo di pesatura PanelX di HBM consente di regolare tutti i parametri con il Touch Control
Contatti Prego, contattateci se desiderate conoscere cosa può offrirvi la HBM.
Oops, an error occurred! Code: 201907170439079c5908ed