Test sui materiali flessibili e caratterizzazione tramite l’aggiunta di misure precise

La scelta del materiale svolge un ruolo fondamentale in molti settori, dal momento che i produttori cercano di ridurre il peso e il costo di veicoli, macchine, costruzioni, dispositivi e beni di consumo in generale.

Poiché rientrano nell’ambito dell’integrità strutturale, le caratteristiche meccaniche dei nuovi componenti dei materiali, quali metallo, lega, calcestruzzo, polimeri, ceramica, plastiche strutturali stampate o compositi avanzati sono indispensabili per ottenere prestazioni ottimali in termini di sicurezza, durabilità, flessibilità, rapporto forza-peso, affidabilità e costi ridotti.

Gli scienziati e gli ingegneri che si occupano di progettazione, simulazione e test dei prodotti si basano sulle proprietà dei materiali quali sollecitazione, deformazione, modulo di trazione e coefficiente di Poisson. Disporre di dati precisi sulle proprietà dei materiali consente di prevenire eventuali danni e di anticipare i problemi prima che si verifichino.

Dunque, i test delle proprietà dei materiali costituiscono un passaggio importante per capire come si comporterà un materiale sottoposto a un’ampia gamma di sollecitazioni. Questi test in genere vengono eseguiti tramite macchine per test che soddisfanno i numerosi requisiti delle norme ISO e ASTM. Tuttavia, si raccomanda vivamente di prevedere sensori aggiuntivi poiché la loro presenza consente una migliore e più precisa comprensione delle caratteristiche strutturali.

Questions? Contact us!­­

Cos’è il test delle proprietà del materiale o test su campione?

I test sui materiali si dividono in cinque categorie principali che ricercano le proprietà o caratteristiche dei materiali negli ambiti del deterioramento meccanico, termico, elettrico, dovuto alla corrosione, dovuto alle radiazioni o biologico.

I metodi di prova meccanici possono essere suddivisi in prove distruttive e non distruttive:

 

  • Prove distruttive: Alcuni campioni casuali vengono sottoposti a carichi talmente pesanti da essere distrutti. Ciò consente di determinare il carico massimo e il comportamento del materiale sotto l’effetto di tale carico.
  • Prove non distruttive: Dei campioni di materiale vengono testati senza essere distrutti.

Un’ulteriore classificazione delle procedure di prova si basa sul tipo di carico:

 

  • Prove statiche: I carichi (di trazione, di compressione o di flessione) agiscono molto lentamente o in maniera costante su un campione di materiale.
  • Prove dinamiche: Il campione è sottoposto a un carico brusco oppure a un carico che agisce periodicamente per un lungo periodo.
  • Prove cicliche: Il campione è sottoposto a cicli di carico ricorrente, di rigonfiamento o alternato, in forma ad esempio sinusoidale.
  • Prove d’urto: Il campione è soggetto a un urto, come nella prova di resilienza Charpy.

In una prova di trazione, il campione di prova viene portato fino al suo punto di rottura. In base alle caratteristiche del materiale, è possibile capire fino in fondo il comportamento del materiale e quanta energia può assorbire, in modo tale da prevedere la performance del prodotto nella sua applicazione in condizioni reali. Alcune prove potrebbero dover essere eseguite in camere climatiche.

Risultati affidabili con l’integrazione delle attrezzature di misura HBK

Nei test sui materiali, disporre di dati dei sensori estremamente precisi consente di ottenere un quadro migliore e più preciso delle proprietà dei materiali e offre i vantaggi correlati alla presenza di dati di test più approfonditi. L’integrazione di QuantumX consente di implementare fonti di dati provenienti da sensori aggiuntivi e di ottenere risultati precisi e affidabili.

L’integrazione di una catena di misura di HBK nei sistemi di test dei materiali quali MTS, Instron o ZwickRoell è facile. L’unità può essere integrata direttamente:

  • In tempo reale tramite EtherCAT, PROFINET o input di tensione
  • Tramite integrazione con il software del PC, misurando con catman Easy e procedendo in parallelo alla fusione dei file di dati
  • Direttamente nel software della macchina che esegue il test tramite semplici comandi API

L’installazione in parallelo consente anche di ottenere i dati dei sensori mentre la macchina che esegue il test del materiale è in funzione. È possibile eseguire misurazioni in diversi punti del campione e su qualsiasi tipo di materiale, oltre a ricevere dati precisi riguardo al comportamento del materiale in base a carichi, deformazione, temperature e qualsiasi parametro si desideri misurare.

Vuoi vedere un esempio? Zwick Roell ha integrato QuantumX e catman nei suoi sistemi di test. Continua a leggere

 

HBK offre anche un servizio di assistenza per i test sui materiali, fornendo parametri relativi ai materiali caratterizzati e interpretati in maniera esaustiva, pronti per essere usati in analisi a fatica basate su FAE o CAE usando nCodeDesignLife.

Questions? Contact us!­­

Taratura

Quando una macchina per i test sui materiali viene tarata, i punti di riferimento del dispositivo di misura vengono confrontati con un sensore di riferimento tarato in base ai valori di un laboratorio standard tracciabile e noto. Molti produttori di macchine per test in tutto il mondo tarano i propri sensori e le proprie macchine in produzione e in servizio con la catena di misura di riferimento di HBK.

DMP41 MGCplus sono molto diffusi nei laboratori di tutto il mondo, compresi PTB, NIST e altri istituti di metrologia. QuantumX MX238B è lo strumento portatile perfetto per i servizi di taratura presso la sede del cliente. Tutti i dispositivi HBK possono essere allineati con il DakkS dal nostro laboratorio accreditato di Darmstadt, in Germania, in modo da garantire che i servizi di taratura siano eseguiti con precisione ed efficienza e diano risultati tracciabili. HBK fornisce la soluzione di misura perfetta per le macchine per test sia di materiali statici che di materiali dinamici.

Tramite il riconoscimento reciproco degli enti di accreditamento nazionali, garantiamo la validità in tutto il mondo del certificato di taratura e dei risultati della misurazione. Le procedure di taratura sono definite da norme riconosciute a livello internazionale.

È possibile anche tarare il singolo strumento. Questa operazione certifica in modo definitivo la precisione complessiva e determina la tracciabilità delle misurazioni. Sono state sviluppate norme internazionali per la taratura di velocità di spostamento della traversa (ASTM E2658 and E2309), velocità di deformazione e carico (ASTM E2309) e misurazione di tensione, compressione (ASTM E4), coppia (ASTM E2624) e forza dinamica (ASTM E467).

Nel complesso, HBK offre lo strumento giusto per effettuare diversi servizi di taratura e manutenzione in modo estremamente efficiente e tracciabile.

Prodotti correlati

Ricevi un'offerta!

Contatta il tecnico commerciale HBK della tua zona

Inviatemi:


Inizia la tua richiesta

Contatta il tecnico commerciale HBK della tua zona

Inviatemi:


Inizia la tua richiesta

Green check mark La tua offerta individuale

Green check mark Consulenza tecnica gratuita

Green check mark Risposta immediata dai nostri tecnici specializzati

Contatti Prego, contattateci se desiderate conoscere cosa può offrirvi la HBM.