Architrave per il miglioramento dell'efficienza globale

Fondata nel 1982, la HBM nCode è il fornitore leader dei prodotti di durabilità, prova ed analisi.

Jon Aldred, direttore prodotti della soluzione software nCode DesignLife™, in una intervista.

L'incremento dell'efficienza nelle prove della tecnologia di misura e nello sviluppo dei prodotti è uno dei maggiori compiti di molte industrie ed aziende. Come le soluzioni di software nCode supportano gli esperti tecnici nel raggiungimento dei loro scopi?

Jon Aldred: il software nCode offre molteplici possibilità per incrementare l'efficienza di validazione dei prodotti e del loro sviluppo. Innanzi tutto ciò significa che i tecnici possono sbrigare molto più lavoro a forfait in tempi più brevi, ad esempio: analisi più più rapida di grossi quantitativi di dati; identificazione più rapida dei dati realmente importanti; efficiente e sicuro reimpiego dei dati misurati evitando successive misurazioni; ripetizione delle procedure di analisi per garantire la standardizzazione e la ripetibilità; predizione dei problemi di durabilità già durante il ciclo di progettazione per evitare i costosi e prolungati fermi macchina.

Nelle applicazioni di prove e misurazoni diventa sempre più difficoltoso gestire l'enorme aumento dei volumi di dati. Come può nCode GlyphXE™ aiutarvi ad identificare quali sono i dati realmente importanti?

nCode GlyphXE™ possiede l'abilità di elaborare rapidamente grossi quantitativi di dati. Si possono elaborare prove multiple con milioni di punti-dati ottenendo infine un rapporto completo e definitivo. In GlyphXE™, l'utente può creare graficamente un processo continuo (end-to-end), il quale comprenda tutti i necessari stadi di analisi in un documento formattato con i risultati chiave ed il sommario delle informazioni. In tal modo, una grande quantità di dati misurati può essere ridotta ad informazioni molto più significative per l'ingegnere o per il suo direttore. Questo approccio orientato al processo è la chiave per il miglioramento dell'efficienza globale.

Potete descrivere un tipico flusso operativo (workflow)?

Da un certo punto di vista non esiste un tipico flusso operativo e ciò è forse la forza di GlyphXE™. Dopo l'acquisizione dati, il tecnico può usare GlyphXE™ per editare i dati misurati, calcolare nuovi canali derivati e generare automaticamente un rapporto sull'intero progetto di acquisizione. Un altro tecnico può voler effettuare l'analisi delle vibrazioni di un organo rotante utilizzando solo pochi canali. Un altro ancora può voler individuare dove sono i picchi di vibrazione sulla mappa del terreno di prova. Tutto ciò è possibile con GlyphXE™ e, dopo aver creato l'opportuna procedura, essa può essere salvata e riutilizzata successivamente.

nCode DesignLife™ è la soluzione software leader nell'analisi di fatica. Potete mostrarci due esempi di come esso sia efficace ed economico nel realizzare analisi di durabilità e certificazione prima di iniziare la produzione di un prototipo?

Finora i cicli di sviluppo dovevano essere sufficientemente lunghi da permettere la prova fisica dei prototipi, la quale poteva avere un ritorno sulla progettazione e sulla validazione del prodotto. Ciò era costoso e prendeva molto tempo. Attualmente, data la compressione dei tempi di sviluppo nelle industrie quali le automobilistiche, è necessario approntare le costose attrezzature di fabbricazione prima del completamento delle prove fisiche. Ciò significa che le prove fisiche sono solo una conferma che la progettazione è corretta – non più un mezzo di ottimizzazione. Si ha pertanto un'enorme spinta alla previsione dei criteri prestazionali del prodotto quali la durabilità, mediante simulazioni al calcolatore effettuate nella fase preliminare del processo di sviluppo. Con i collaudati programmi di pianificazione di nCode DesignLife™ si possono simulare routine per identificare i problemi di durabilità nella carrozzeria o nella sua struttura ancor prima che venga costruito il prototipoto. In altre industrie quali le centrali eoliche, DesignLife™ permette di simulare un'ampia gamma di condizioni di carico altrimenti molto costose da effettuare – realizzando così il progetto di strutture molto più resistenti.

Quali settori industriali sono particolarmente adatti alle soluzioni software nCode?

Il software nCode iniziò ad operare nel 1982 con le analisi di fatica nell'industria ferroviaria, continuando poi nella realizzazione di programmi leader per l'industria dei trasporti quali l'automobilistica, l'aerospaziale, la costruzione di autostrade e la difesa. Negli ultimi anni si è avuto un incremento significativo anche per l'industria energetica quale le centrali eoliche. Il software nCode è particolarmente forte ove si devono analizzare grandi quantità di dati o dove sia richiesta competenza sul comportamento a fatica.

L'efficienza non è importante solo nello sviluppo dei prodotti. Anche la stessa gestione del software deve essere molto efficiente e far risparmiare tempo. Quanto è importante la facilità d'impiego per nCode?

È sempre più importante che l'ingegnere trovi rapidamente le risposte cercate. Con DesignLife™, gli analisti possono ora usare comunemente modelli ad elementi finiti con alcuni milioni di gradi di libertà. Si tratta di grandi modelli che possono impiegare molto tempo per essere risolti. Noi usiamo numerosi metodi per ottenere rapidi tempi di soluzione. Ad esempio DesignLife™ può utilizzare run multipli nella stessa analisi: analisi veloce e semplice dell'intero modello seguita da un'analisi più accurata solo delle aree più importanti. Utilizziamo anche calcoli multi-thread in modo da sfruttare al meglio i processori multi-core impiegati dai calcolatori moderni. Inoltre, per ridurre il carico del calcolatore, il software nCode permette di riutilizzare facilmente i processi già completati. Si realizza così una facilità d'uso che evita all'utente medio di dover rispondere a domande non necessarie e permette all'ingegnere di passare dai dati ai risultati col minimo impegno.

Contatti Prego, contattateci se desiderate conoscere cosa può offrirvi la HBM.