Un'azienda pulita: progettazione di sistemi igienici con le celle di carico HBM

I cibi freschi, naturali e trattati con cura sono estremamente popolari. In particolare, è costantemente in aumento la richiesta di succhi, latte ed omogeneizzati. Nella loro produzione e per lo speciale imballaggio è essenziale la assoluta igiene. Le normative valide per l'industria delle bevande si applica anche alle industrie alimentari, a quelle farmaceutiche ed a quelle biologiche. I requisiti igienici per la progettazione dei sistemi - particolarmente nel settore dell'imballaggio - sono più che stringenti. E' in continuo aumento anche l'impiego di tecnologie di imballaggio asettiche nei processi di riempimento per prodotti sensibili e farmaceutici.

La contaminazione e la contaminazione incrociata con materiali estranei deve essere assolutamente esclusa da tutte le fasi del processo di produzione. La progettazione di un sistema igienico, conforme alle disposizioni HACCP ed EHEDG – per cui la documentazione deve essere continua – lo garantisce.  Un ruolo importante viene assunto dalla pulitura semplice ed affidabile - come confermato numerose volte dalle indagini microbiologiche.

Fig. 2: Sistema di riempimento asettico SERAC per liquidi come il latte, succo di frutta ed altri prodotti alimentari
Fig. 3: Cella di carico asettica PW27 della HBM

Pulitura facile per l'igiene ottimale

La realizzazione di un progetto di sistemi sotto l'aspetto igienico – conosciuta anche come "Progettazione Igienica" – è una sfida per i progettisti.  Al fine di rispondere adeguatamente a questa sfida, il progettista deve ben comprendere le influenze microbiologiche fondamentali nell'area del prodotto, oltre a possedere una solida esperienza tecnica. Ciò comprende la conoscenza delle proprietà e delle dimensioni dei microorganismi, come pure il loro comportamento sulla superficie dei vari materiali. In particolare la loro crescita nelle fessure e negli angoli morti.

Di conseguenza, i sistemi per applicazioni sensibili all'igiene e ber l'imballaggio asettico avranno proprietà ottimizzate per quanto riguarda l'igiene: essi devono essere facilmente smontabili, pulibili e poi rapidamente riassemblabili. I materiali ed i componenti usati sono caratterizzati dalle particolari proprietà delle loro superfici. Si deve anche tener conto delle Norme e Direttive correnti quali le GMP, FDA, EHEDG, QHD e 3A. Esse garantiscono l'elevata sicurezza del prodotto.

Requisiti basilari per la Progettazione Igienica

Riguardo alla progettazione igienica dei sistemi si devono distinguere due campi di campi di costruzione: gli aspetti della progettazione rispettosa dell'igiene sono meno importanti in quei settori in cui il rischio di contaminazione è adeguatamente escluso. Tuttavia, ovunque sia possibile la contaminazione diretta od indiretta del prodotto, questi aspetti sono estremamente essenziali.  Lo scopo è qui il riconoscere ed evitare le possibili aree problematiche.

I requisiti imposti dalla legislazione per le aree che vengono in contatto coi prodotti e che devono essere designate come "facili da pulire", sono decisivi per la progettazione igienica dei sistemi. Si devono pertanto soddisfare i seguenti principi (fonte: Dr. Ing. Gerhard Hauser "Hygiene" in "Handbuch der Fülltechnik", Behr’s Verlag, Hamburg 2004):

  • Selezionare ed usare materiali idonei, omologati e facilmente pulibili  e con la massima resistenza possibile alla corrosione
  • Produrre superfici e strutture di superficie sufficientemente liscie,  facilmente ed igienicamente pulibili
  • Evitare i pori, le cricche, le fessure e tutti i tipi di difetti delle superfici non visibili ad occhio, giunti fissi e mobili ed appoggi
  • Minimizzare od ottimizzare tutte le fessure visibili ed evitabili, rialzi o protuberanze (p.es. le guarnizioni statiche o dinamiche) che siano difficili da pulire
  • Realizzare geometrie degli elementi strutturali favorevoli al deflusso evitando, ove possibile, la formazione di vortici dovute a zone di ristagno dell'acqua
  • Evitare tutti i tipi di spazi morti che non possano essere puliti o che siano accessibili con difficoltà
  • Realizzare strutture autosvuotanti od autodrenanti per tutte le aree rilevanti


Inoltre, i sistemi devono avere strutture di facile manutenzione e di facile accesso. Insieme a questi requisiti, si deve garantire che tutti i material impiegati siano innocui fisiologicamente e compatibili con gli alimenti.

L'igiene è qui di particolare importanza: sistemi di pesatura asettici

I sistemi di pesatura usati per processi di riempimento ed imballaggio sono spesso situati in aree soggette a contaminazione o contaminazione incrociata, dovuta al contatto diretto od indiretto coi prodotti. Conformemente alle EHEDG, i requisiti per la progettazione dei sistemi di pesatura igienici sono particolarmente stringenti:

Per evitare contaminazioni, si può impiegare solo acciaio inossidabile temperato ed elettropulito con Ra < 0,8 um. Le superfici lisce devono prevenire la formazione di rivestimenti e l'aderenza dei prodotti residui ed incrementare l'efficienza della pulitura. Perfino i telai e le custodie devono essere fabbricati usando acciaio inossidabile di alta qualità, al fine di evitare la corrosione e la contaminazione. La pulizia dei cordoni di saldatura deve essere così semplice ed amichevole come la pulitura effettuata usando carrelli elevatori o meccanismi di sollevamento.  Inoltre, tutti i requisiti relativi alla gestione devono essere conformi alla facilità di pulitura - senza che ci sia alcuna lacuna in qualsiasi circostanza.

Questi requisiti si applicano all'intero sistema di pesatura, compresi tutti i suoi componenti come ad esempio le celle di carico.

Unica al mondo: la cella di carico HBM PW 27 con la certificazione EHEDG

Avendola concepita specificamente per l'impiego in sistemi di pesatura per l'industria delle bevande, alimentare, farmaceutica e biologica, la HBM offre l'unica cella di carico al mondo con certificazione EHEDG per il basso campo di misura di 20 kg - la cella di carico asettica PW 27.  Essa soddisfa anche i requisiti OIML ed è caratterizzata dalla sua semplice pulitura - grazie ad una struttura ottimizzata senza spigoli ed angoli.  Perfetta per le pesatrici a combinazione multitesta, per le bilance statiche e pure per i sistemi di riempimento.  Particolarmente pratica: i progettisti di sistemi non hanno la necessità di certificare la cella di carico perché già certificata EHEDG. La HBM garantisce la conformità con le Norme specificate.

Ulteriori punti di forza esclusivi della PW 27: cella di carico sigillata ermeticamente (IP68/IP69), costruita con acciaio inossidabile compatibile con gli alimenti ed insensibile ai metodi di pulitura usati nell'indistria alimentare, e caratterizzata dall'esclusiva affidabilità d'impiego in ambienti umidi. La protezione da sovraccarico integrata, che non può essere bloccata dai residui dei prodotti, rende questa cella di carico da piattaforma essenzialmente indistruttibile. Essa integra anche: un adattatore per svariati sistemi di protezione del cavo, un dispositivo di montaggio ed opzioni di ancoraggio le cui dimensioni corrispondono agli standard stabiliti dal mercato.

Con la cella di carico da piattaforma PW25, la HBM offre anche una soluzione ideale da usare in aree igieniche: la PW25 dispone di tutti i vantaggi della PW27, ma non è certificata EHEDG.

Contatti Prego, contattateci se desiderate conoscere cosa può offrirvi la HBM.