Un frantoio a mascelle nel test su strada: risultati di misura affidabili in condizioni difficili

Quando Terex® MPS era in cerca di un sistema affidabile e flessibile per misurare le sollecitazioni sulla sua gamma di macchine per la frantumazione di pietre, si è rivolto a HBM per trovare una soluzione. Nell’ambito della ricerca continua verso lo sviluppo di questa potente gamma, HBM è stata interpellata per una consulenza sulla LJ5139, che sarà la macchina cingolata mobile più grande nella sua gamma quando sarà concluso il suo sviluppo. 

 

 

Problema

Terex® MPS voleva un sistema per amplificatore di misura robusto e affidabile per effettuare test a lungo termine sul frantoio a mascelle LJ5139 in una cava. Superfici irregolari, elevate forze d’impatto e polvere: il frantoio a mascelle è soggetto a forti carichi in ambienti ostili che anche l’amplificatore deve sopportare.

 

 

Soluzione

Il robusto sistema dell’amplificatore di misura SomatXR soddisfa gli elevati requisiti. Offre risultati dei test affidabili in ambienti ostili, anche in caso di eventi e carichi imprevisti. Un vantaggio decisivo: con il sistema SomatXR non si perdono i risultati di misura, neppure in caso di calo di tensione: un fattore fondamentale per i test a lungo termine.

 

 

 

Risultato

Mentre Terex® MPS usava attrezzature a noleggio, suscettibili a interferenze e carichi, investire in un amplificatore di misura di proprietà è stata una mossa vincente per l'azienda: SomatXR consente a Terex di eseguire con flessibilità i test a lungo termine entro le scadenze stabilite e di affidarsi a risultati definitivi dei test su veicoli.

 

 

La sfida: superfici irregolari, elevate forze d’impatto e polvere

I problemi affrontati dal frantoio a mascelle LJ5139 utilizzato in una cava erano di diversa natura. Con un peso della macchina di 110 tonnellate, lo chassis è già sottoposto ad elevati carichi quando avanza su superfici irregolari. Inoltre, la macchina composta da tramoggia e alimentatore è sottoposta ad elevate forze di impatto quando le grandi pietre, con un volume fino a 1 metro cubo, vengono lasciate cadere dall'escavatore usato per alimentarla. Il frantoio stesso è soggetto a forze fino a 8000 kN durante la frantumazione.

“Per affrontare questi problemi, inizialmente abbiamo usato l’analisi a elementi finiti durante il processo di progettazione e verificato i risultati sul campo con estensimetri. Quando ci affidavamo alla strumentazione presa a noleggio, tendevamo a investire nei nostri macchinari per aumentare la flessibilità”, afferma Ian Boast di Terex Corporation.

Inoltre, la strumentazione iniziale che noleggiavamo era soggetta a interferenze di rumore dalle apparecchiature vicine. Questo è stato particolarmente problematico, in quanto i carichi nel frantoio sono spesso casuali e transienti in natura e potevano provocare confusione e falsi risultati. Oltre a questo, l’ambiente fisico della cava, molto ostile e con un’elevata formazione di polvere, non solo limita le opzioni dei test sul campo, ma richiede anche un'attenzione maggiore per l’attrezzatura tradizionale utilizzata. 

 

 

Affidabile anche in caso di improvvisi urti e calo di tensione: SomatXR

Dopo aver studiato i problemi affrontati, HBM ha proposto il suo DAQ, della serie SomatXR, particolarmente adatto all’uso in ambienti ostili. Per completare il pacchetto, HBM ha anche suggerito il modulo SomatXR MX1615B-R e gli accessori correlati, che includono le rosette di estensimetri RF-9. Viste le condizioni difficili, era importante scegliere l’attrezzatura più adatta. Dovendo affrontare spesso condizioni difficili e di bagnato, la capacità di funzionare in modo affidabile nonostante urti improvvisi è stato un fattore chiave nella scelta. Quando si lavora con queste condizioni estreme, spesso è anche difficile prevedere tutti i problemi che possono presentarsi, come perdere i dati di misura per via di imprevisti come un calo di tensione. 

È una funzione particolarmente rilevante per i test a lungo termine, come quelli necessari per Terex® MPS. Il sistema SomatXR consente una registrazione continua dei dati.  Ciò significa che nel caso in cui un guasto interrompa un test, saranno salvati i dati registrati fino a quel punto. È un vantaggio particolarmente importante perché implica anche che il sistema continui in autonomia il logging dei dati dopo l’interruzione senza alcun intervento da parte dell’utente.

I sistemi di acquisizione dati HBM sono adatti per numerose applicazioni di prova in mobilità, ma gli enormi requisiti di carico e le condizioni ambientali estreme in cui lavora Terex® MPS erano un problema. Tuttavia, grazie alla grande esperienza di HBM nei test in mobilità e nei settori difficili, è stato possibile fornire una soluzione in grado di dare a Terex® MPS la flessibilità di poter lavorare entro intervalli di prova disponibili e convenienti. Oltre a scegliere e fornire a Terex® MPS un sistema in grado di soddisfare le sue esigenze, HBM ha dato agli ingegneri anche addestramento e sostegno.

 

 

Rosette di estensimetri RF-9
Amplificatore SomatXR MX1615B-R

La soluzione software: intuitiva e semplice da capire

“Il software di analisi fornito da HBM è intuitivo e semplice da capire: il modulo di visualizzazione facile da usare consente di vedere i dati dal vivo mentre sono registrati sul posto. Possiamo anche creare indicatori personalizzati basati su calcoli dal vivo man mano che riceviamo le cifre del carico della piastra con il frantoio in funzione. Un'altra funzione utile è il fatto di poter cambiare continuamente il display sullo schermo durante il logging, il che ci consente di monitorare un estensimetro per volta come grafico a tutto schermo, con la possibilità di individuare istantaneamente i carichi elevati. Anche le capacità di post-processing del software sono molto interessanti: sono disponibili numerose possibilità per filtrare e ordinare i dati prima di esportarli in diversi formati”, commenta Ian Boast della Terex Corporation.

 

Contatti Prego, contattateci se desiderate conoscere cosa può offrirvi la HBM.