Intermediari tra il mondo reale e il cyberspazio: Sistemi cyberfisici, il tessuto che tiene insieme l’IIoT

I sistemi cyberfisici sono il tessuto che tiene insieme l’IIoT. Sono l’anello tecnologico indispensabile per fondere il mondo reale con quello virtuale.

I CPS sono usati quando sistemi fisici complessi devono comunicare con il mondo digitale per garantire un’ottimizzazione delle loro prestazioni e un miglioramento della loro efficienza. Hanno un ruolo sempre più importante nei processi industriali e nel controllo della produzione (fabbrica intelligente), in particolare nel contesto dell’IIoT. I CPS oggi sono usati anche nella fornitura di energia, nel controllo del traffico e nell’assistenza ai piloti e in molte altre aree.

 

I sistemi cyberfisici sono composti da oggetti con software ed elettronica integrati, collegati tra loro tramite Internet in modo da formare un unico sistema interconnesso. Comprendono sensori e componenti per spostare o controllare un meccanismo o un sistema, i cosiddetti attuatori, che collegano i CPS al mondo esterno. I sensori consentono al sistema di acquisire ed elaborare i dati. I dati poi vengono resi disponibili ai servizi basati su rete che sfruttano gli attuatori per incidere direttamente sulle misure prese nel mondo reale. Ciò consente di fondere il mondo fisico e il cyberspazio nell’Internet delle cose.

I sistemai cyberfisici sono utilizzati nella produzione industriale per creare architetture basate su Internet che semplificano il controllo da remoto dei sistemi produttivi stand-alone. I CPS sono strumenti importanti in molti altri campi d’applicazione: con una smart grid integrata, controllano la griglia di alimentazione o il traffico di domani, per renderlo più semplice e ridurre le emissioni di anidride carbonica.

Maggiori informazioni...