Coefficiente termico del punto di zero

Oltre alla sensibilità, anche il punto di zero varia leggermente al cambiare della temperatura. Il ponte di Wheatstone compensa largamente questo effetto sui singoli estensimetri. L'errore residuo viene spiegato dalle tolleranze che non possono essere evitate. Tale piccolo errore può essere ulteriormente ridotto da un cablaggio appropriato, ed i moderni trasduttori di forza hanno un errore residuo inferiore a 0,05 % / 10 K.


Il coefficiente termico del punto di zero deve essere sempre relazionato alla forza nominale, indipendentemente dall'entità della forza misurata. Per tale ragione si consiglia di utilizzare trasduttori di forza con TK0 particolarmente piccolo, allorché si operi con forti variazioni di temperatura e/o con campi di carico parziali.

TK0: Traslazione parallela della curva caratteristica del trasduttore di forza al variare della temperatura.
Contatti Prego, contattateci se desiderate conoscere cosa può offrirvi la HBM.